sovaldiFonte: Il Fatto Quotidiano

E’ stato messo in commercio un farmaco nuovo: Sovaldi, cura l’Epatite C. In realtà non la cura, la guarisce, nel 99% dei casi. Siccome si tratta di una malattia mortale (si “cura” con trapianto oppure non si cura) si può ben dire che far guarire la gente con due pillole al giorno è una scoperta rivoluzionaria. A questo tipo di medicine non si arriva con facilità: occorrono anni e anni di ricerca e milioni di euro. Così, quando il farmaco è pronto, costa un sacco di soldi; non solo perché si deve recuperare l’investimento: più la malattia è grave, più il business diventa proficuo. Quindi il Sovaldi, la cura completa, un mese e mezzo di pillole, costa 80 mila euro. Ci sono Paesi dove questo non è un problema: negli Usa chi può permettersi questa spesa guarisce, gli altri muoiono. Ma l’Italia è un Paese civile, c’è il Servizio Sanitario Nazionale; tutti hanno diritto a farsi curare nel modo migliore. E qui sono cominciati i guai.

In Italia i malati di Epatite C sono circa un milione. Il SSN ha spuntato (pare) con le imprese produttrici del Sovaldi un prezzo di 50 mila euro per la cura completa: fa 50 miliardi, un terzo dell’evasione fiscale annua. Ma, siccome non la combattiamo, da lì non arriva niente.

Leggi il resto di questa voce