HepC Initiative

Clicca sull’immagine sottostante per andare al sito

HepC Initiative è un progetto che ha coinvolto soggetti e ong da tutta Europa, coordinato dalla rete Correlation Network, per lo studio e la successiva realizzazione di azioni inerenti le infezioni da HCV nelle persone che usano sostanze.

La partecipazione al progetto HepC diventa una naturale continuazione delle piste emerse nei focus group realizzati dal Cobs Piemonte e sposa una caratteristica fondante comune che è il lavoro coi pari e gli operatori pari.

Uno dei «nuovi elementi locali» che fanno prediligere il lavoro coi peer riguarda un progressivo ma reale scostamento dai principi fondanti della rdd che si sta verificando nei servizi.

L’elemento che pone i peer quali soggetti principali delle azioni di advocacy è che slegati da procedure e regole gerarchiche possono meglio incarnare un loro ruolo naturale.

Il progetto coinvolge 30 organizzazioni europee tra associazioni, ONG, istituti di sanità e università e ha come obiettivo quello di contribuire al miglioramento delle conoscenze e della capacità di mettersi in sinergia sulla reale e necessaria possibilità di aumentare la consapevolezza sul tema delle infezioni da HCV e l’uso di droghe.

Si compone di 4 azioni principali:

  • Inventario – compilazione delle recenti linee guida; monitorare le azioni di counseling, i test utilizzati, i trattamenti; individuazione delle barriere per PWID; analisi dei dati raccolti e organizzazione di meeting locali per presentarne i risultati.
  • Peer training – formazioni, workshop in cui sono coinvolti operatori, peer operatori, peer e attivisti per le droghe appartenenti alle organizzazioni coinvolte. Tale azione ha dato un contributo fondamentale alla nascita della rete europea di attivisti EuroNPUD (European Network og People who Use Drugs).
  • Revisione della letteratura – alla luce di esempi di best practice piani nazionali (ove realizzati) e coinvolgimento del paziente.
  • Politiche e Advocacy – definizione di una strategia europea di supporto e sviluppo ai piani nazionali nella prevenzione, diagnosi, trattamento e cura delle infezioni da HCV.

HpC Training in Porto

Una delle tappe fondamentali è stata la formazione di operatori/operatori pari, pari e attivisti, provenienti da tutta Europa, sempre presenti e coinvolti in tutte le fasi del progetto e in special modo nel training che si è svolto dal 30 settembre al 2 ottobre 2014 in Portogallo a Oporto, ospitato nei locali del Ministero della Salute. L’associazione Isola di Arran e il Cobs Piemonte hanno partecipato con due delegati al training proposto da Correlation Network, SDUU (Sweden Drug Users Union) e INPUD (International Network og People who Use Drugs). Gli argomenti proposti sono stati i seguenti:

  • Prevenzione, trattamento e cura delle persone a rischio e affette da HCV. Importante è stato il confronto con le pratiche adottate da altri paesi e la discussione circa le ultime terapie sviluppate.
  • Esempi di attivismo in merito all’HCV; ciò ha permesso di estendere la conoscenza con altri attivisti e ha contribuito alla nascita del network di attivisti europei EuroNPUD le cui basi erano già state poste in occasione del primo incontro della Rete Europea di Riduzione del Danno, EuroHRN a Marsiglia a fine 2011.
  • Pianificazione di un piano locale per contrastare l’HCV. La delegazione italiana aveva l’obiettivo di perfezionare il progetto Peer Support EpC sulla base dei workshop svolti e delle informazioni apprese durante il training.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: