Epatite C. In arrivo emendamento a Stabilità per fondo speciale da 1,5 mld in 2 anni

PalazziFonte: Quotidiano Sanità

In Italia il nuovo trattamento contro l’epatite C Sovaldi* (sofosbuvir), è stato approvatocon determina AIFA 1353/2014 del 12 novembre 2014 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 5 dicembre. Intanto un fondo da 1,5 miliardi di euro in due anni per il ‘superfarmaco’ Sofosbuvir contro l’epatite C è previsto in un emendamento alla legge di Stabilità.

Un fondo speciale da 1,5 mld per due anni (750 mln l’anno) per garantire l’accesso alla cura dell’epatite C con il nuovo “superfarmaco”, basato sulla molecola sofosbuvir, capace di eliminare totalmente il virus. Il tutto come riporta l’Agenzia Ansa “sarà reso possibile grazie ad un emendamento alla Legge di stabilità. Un miliardo dovrebbe essere recuperato dal Fondo Sanitario Nazionale, mezzo miliardo da altre risorse, il tutto tenendo conto anche degli altissimi costi sociali e sanitari che sarebbero risparmiati grazie al farmaco. Sofosbuvir infatti consente di curare la maggioranza dei pazienti con epatite cronica C (un milione e mezzo di malati stimati solo in Italia), eradicando il virus anche nelle forme avanzate che portano al trapianto, ma ha un costo enorme: oltre 45mila euro per ogni paziente.

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha infatti incontrato in Senato il presidente della commissione Bilancio, Antonio Azzollini, proprio per concordare l’emendamento in questione”, dopo pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della determina dell’Aifa’ che autorizza in Italia il Sofosbuvir.

Annunci

Informazioni su Coordinamento Operatori Bassa Soglia Piemonte

Il Coordinamento degli operatori dei servizi a bassa soglia del Piemonte è un coordinamento nato “dal basso” nel 1999 tra operatori sia delle ASL che del privato sociale, in attività presso servizi ed interventi di bassa soglia della Regione Piemonte, quali drop in, unità di strada, dormitori, servizi di pronta accoglienza e assistenza socio-sanitaria. E’ composto da diverse figure professionali (medici, psicologi, infermieri, educatori, assistenti sociali, operatori pari), volontari e consumatori di droghe. Gli scopi del coordinamento sono: migliorare la comunicazione tra servizi; ottimizzare il lavoro di rete a favore di un miglior servizio agli utenti; formazione e autoformazione; studi e ricerche per l’innovazione; comunicazione e coinvolgimento delle pubbliche istituzioni; sensibilizzazione, attivazione e negoziazione per una miglior qualità delle politiche e degli interventi nel campo delle emarginazioni urbane e delle dipendenze. La Regione Piemonte ha una “lunga tradizione” di strutture di facile accessibilità, il Coordinamento, una tra le pochissime esperienze a livello nazionale, ne è la conferma. La scelta di creare un Coordinamento che fosse rappresentativo dei lavoratori che operano nei servizi a bassa soglia e degli utenti, ha permesso di fare un importante lavoro teorico e formativo in un ambito che non aveva ancora sviluppato un pensiero condiviso. La bassa soglia è un area di lavoro relativamente nuova che ha avuto bisogno di intraprendere una ricerca ed una condivisione concettuale sugli ambiti del proprio intervento. Inoltre, l’essere nato dall’esigenza degli operatori di cui è rappresentativo e non dei servizi ha permesso di proporsi come soggetto “politico” e poter prendere parola e posizione su alcuni temi. Il Coordinamento vuole proporsi, anche, come laboratorio di promozione di una nuova cultura dell’agire sociale e degli interventi relativi alle dipendenze.

Pubblicato il 10 dicembre 2014, in Notizie con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: